Inizio Anno Catechistico…


 

RIAPERTURA dell’ORATORIO

 

Da Domenica 20 Settembre riaprirà l’Oratorio con il seguente orario: dal Lunedì alla Domenica, dalle ore 16 alle ore 18.30. La frequentazione dei vari luoghi non potrà essere però quella di prima: dovremo tutti impegnarci ad attenerci alle regole e alle limitazioni previste per abbassare il più possibile la possibilità di trasmissione dei contagi. Ecco quello che troverai entrando in Oratorio e nel Salone del Bar e le regole per l’utilizzo dell’unico spazio esterno disponibile per il gioco (il campetto da calcio).

 

 


… perché non un campo invernale?

 

Visto che non abbiamo potuto vivere nei mesi di Luglio i campiscuola, abbiamo pensato con la Fraternità di poter offrire una esperienza analoga nelle vacanze di Natale. A inizio Ottobre preciseremo i dati dell’iniziativa, ma possiamo già anticipare che saremo dal 2 al 5 Gennaio nella Casa Alpina “Don Bosco” di Carisolo, nella bella cornice della Val di Genova. L’esperienza sarà per i ragazzi dalla 1 Media alla 2 Superiore, ma la casa avrà possibilità di alloggiare anche famiglie che vogliono cogliere l’occasione per passare qualche giorno in montagna.

 
Chi non avesse ancora ritirato le caparre dei campi o del pellegrinaggio ad Assisi, può rivolgersi direttamente a don Emanuele per concordare il ritiro.

 


In ricordo di Egidia e di Angelo

 

 

Il Signore scende nell’oscurità della morte, che inghiotte nel suo ventre tutti i viventi, ed afferra per i polsi Adamo ed Eva. Li afferra per i polsi, per trasmettere loro la sua vita, la vita che non muore perché è amata dal Padre e rimane in quell’amore. Dai polsi infatti si misura la vita. Afferra Adamo ed Eva, i primi uomini a essere finiti nel ventre della morte, per afferrare insieme a loro tutti quelli che sono venuti dopo e non lasciare in quell’ombra nessuno. Mentre li afferra, li trascina fuori, con sé: le porte della Morte sono distrutte e la sua bocca spalancata non trattiene più al suo interno ciò che ingoia. Chi ha ricevuto la vita nuova, quella del Figlio, anche se muore, non smette di vivere, perché quella bocca non ha potere di rinchiuderlo nel ventre del nulla. Nel mantello di Gesù, animato dal soffio dello Spirito dell’Amore divino, ci sono i volti dei santi. Rinati a vita nuova, strappati dalla morte e dal suo potere su di noi, già in questa vita, veniamo intessuti, cuciti insieme, nel manto del Risorto. Sperimentiamo una nuova vita in cui non siamo più individui isolati in lotta per essere i migliori, ma persone che vivono l’una nell’altra, l’una con l’altra, l’una per l’altra. Facciamo esperienza che in noi circola un altro modo di vivere: una vita già risorta perché profuma già di quell’amore che non finisce e non tradisce.

In quel manto del Risorto ci sono i volti di tanti nostri fratelli e sorelle che ci hanno lasciati in queste settimane, travolti dalla pandemia che ci ha raggiunti così all’improvviso. Noi ne riconosciamo oggi almeno due: il nostro Angelo Bestazza, che con tanta generosità e discrezione ha servito anche il nostro Oratorio, e la nostra cara Egidia Galli, volontaria con un cuore d’oro, in cui questa vita di comunione traspariva incarnata nel sorriso per tutti e nella premura per i più deboli.    

 


 

La “Fiaccola” della settimana

Edizione di Domenica 29 Agosto

 


 

Progetto Allargamento Oratorio

 

In questi giorni sono finalmente iniziati in Oratorio i primi lavori per l’allargamento degli spazi dell’Oratorio: spostamento porte dell’attuale campone da calcio, nuovo camminamento esterno, posizionamento cancelli e reti, abbattimento della muraglia di fondo. Per la fine dell’anno dovrebbero partire gli ulteriori lavori di costruzione ex-novo: palestra, campo da calcio a sette, campetto di calcio e di pallavolo in cemento. Grazie a tutti quelli che ci hanno creduto in questi lunghi anni e a quanti hanno lavorato perché il sogno diventasse realtà. 

Per visionare il progetto, clicca quiProgettoOratorio